ORA PARLIAMO DI COSE SERIE

 
Quel che mi appresto ad indicare è certamente rivolto a tutti, uno spaccato parziale scelto per rilievo ed importanza, ma forse e senza forse in primo luogo destinato alle sacche di legalità nelle istituzioni ed alla magistratura che ha giurato fedeltà alla Costituzione.
Ma lo dedico qui, per ragioni comprensibili, a Beppe Grillo, al direttorio del M5S, ai parlamentari del M5s, ai militanti del M5S, ai cittadini del M5S, ed ai cittadini di buona volontà che non intendono restare con le mani in mano.
Recenti vicende di apparente sola cronaca politica e politico giudiziaria. illuminano ancor di più la scena. semmai ve ne fosse bisogno.
Ed ormai è chiaro non solo alle minoranze formate ma a tutti gli informati in buona fede, che opera nel nostro paese una minuscola ma efficiente e silenziosa componente a basamento militar deviato e civil militar a “copertura” esoterica, portata alla luce sin dal 2011, con collegamenti in una area minoritaria e deviata della magistratura, divenuta provvisoriamente “egemone” a colpi di ricatti, manovre e minacce più il peggio, ma sino ad un paio di anni fa ed partire dalla seconda metà del primo decennio trascorso.
E si parla di “nascosta” devianza dalla legalità, e dai diritti e non solo dai valori dominanti ma di devianza da valori fondamentali.
Ciò appare riconducibile ad un impianto nascosto sostanzialmente didestra, come insieme di saperi culture valori e radici, ma di regime al contempo, come la storia insegna. Un substrato eversivo della legalità democratico repubblicana, aldilà delle irrilevanti coperture ideologico cromatiche.
Questo cemento operativamente è in grado, tra l’altro (si tratta di un frammento) , di trattare, manipolare ed infiltrare, più in particolare, persone di genere femminile, più idonee, come da PROVE PUBBLICHE DIRETTE che risalgono “anche” ma non solo al lontano 2008.
Come avvenga la selezione, il progressivo trattamento è noto. Ora è noto anche che si tratta non di mere sperimentazioni di “psico setta militare a “copertura cromatica” rossa, ma di attività gestite in specie da servizi militari, con una idea strategico politica e di gestione sociale chiara. Ben altro che la gestione cinematografico artistica e musicale o la astratta antropologica raffigurazione di “elite” pervertite, irraggiungibili. Che ROMA
insegni!




Anche le sperimentazioni in atto in Italia e la creazione di prodotti “chimico farmacologici” avanzatissimi a riguardo, poi, in industrie chimico farmaceutiche nel settore oncologico-neurologico, e che operano di nascosto al trattamento e scissione per via neurologica, sperimentazioni parallele o sottoposte al controllo ed intervento di ambienti militari e di psichiatria di supporto, sonostate, sempre mediante vicissitudini note, portate allo scoperto per la prima volta con prove dirette “ambientali” che riguardano il basso LAZIO, e collegamenti mondiali, questo è l’ovvio.



La realtà non più segreta di un apparato psico setta militare che con quelle metodiche metodologie. attività, finalità , interviene in ambiti civili, e gestisce il trattamento intervenendo su soggetti e donne in particolare “sole” od “isolabili” per i tempi e conle modalità necessarie, viene attraverso vicissitudini ulteriori portata a conoscenza pubblica, con la calma che la gravità delle scoperte, e la difficile accettabilità psicologica da parte degli
stessi informati, necessitano.

 

Uso l’unico mezzo che conosco per smuovere realmente conoscenze e far capire: serietà logica e PROVE dirette e CERTE. Non insulse chiacchiere futuriste o complottiste o “meet uppiste”, che servono ad isolare nell’alone del non verosimile, non certo e del non concreto il tutto. E come al solito parolai border line, inzaccherano e predicano false informazioni o dati astrattamente veri, al solo fine di confondere nascondere le fonti certe e serie, tentando di
avvolgerle con lo stesso fumo “complottistoide” studiato a tavolino dalla intelligence della controinormazione in rete.
TUTTO questo contribuisce nel suo “piccolo”, non poco ad alterare o modificare le categorie tradizionali del “politico” e contribuisce a spiegare una non secondaria quota di quanto accade (e parlo di uomini e accerchiamento nei e dei gangli delle istituzioni , della politica e di fatti di cronaca e politici), prima nell’IDV, poi nel PDL, quindi nel PD, infine quel che va succedendo nel M5S, in cui una area anche “tratta in inganno” partecipa idealmente o meno a illusorie strategie “rivoluzionaroidi”, ma in realtà
meramente “eversive” e gestite da componenti militari e di corpi e porzioni di elite collegate.

E a ROMA si tratta di una realtà, minoritaria forse, ma evidente eCERTA.
Parlo di un cemento di regime che conserva, ma anche progetta, e che non è più segreto, e solo formalmente trasversale perché in realtà è trasversalmente infiltrato: secondo conclusive valutazioni finali ciò fa capo a metodi, culture ed ambienti da sempre privilegiati da quella “eversione” supportata a livello internazionale, come “sai perfettamente” Grillo, ma non lo dici mai e quando alludi lo fai in modo “criptico”.
Questo è “pro quota” il Golpe scientifico, e questo è ciò che , in una quota non insignificante, rende illusoria una solo battaglia democratica mediante la via politica del consenso tradizionale, perché Penelope ed Hitler san come smontare gestire inquinare e distruggere sotterraneamente in progressione, e tante comparse gestite ed inconsapevoli affollano lo scenario, immessevi.
Ad aggravare il tutto la svolta Trump nazionalista e multipolare apparente, che svela come la distruzione dell’Europa dei popoli e dei diritti delle civiltà fosse anche un obiettivo finale, rendendo la Comunità Europea lo strumento insensato e distruttivo di strategie capitalistico finanziarie internazionali. Ma vallo a dire agli antieuropeisti analfabeti di storia politica e diritto o ai sovranisti “pelosi”, ed anche ad alcuni “blogger” improvvisatisi politici ed economisti, che esiste una strategia della crisi capitalistica diversa dalla banale e visibile via del “mondialismo” e subalterna ad un antieuropeismo peloso, sempre transatlantica e da oltremanica.
La moneta nazional sovrana è una ricetta double face e condivisa .. mi sembra evidente anche solo dalla esperienza del secolo passato. 

Ecco in soldoni il perché di  una TERZA VIA nazionale necessaria, ma lo diciamo ancora in pochi, e la costruiamo in meno.

Tutto questo scenario, ci sembra avere una valenza anche strategica , e non si presta ad esser spiegato difatti come esclusiva mera stabilizzazione di regime.
Dentro, dietro e sotto PDL e PD senza L, AN e articolazioni e frange eversive della destra anche esoterica (come da unica storica tradizione rilevante), aree a mera cromatica colorazione eversiva di sinistra (e cito emblematicamente un minuscolo gruppo nazi maoista a evidenti simpatie e partecipazioni, LOTTA COMUNISTA, incistato nei quartieri CECCHIGNOLA LAURENTINA e MONTEVERDE), operano tecnici e psichiatri che definisco di apparato, militari, un curioso plafond esoterico settario e (pochi) magistrati “arruolati” più vari politici, e non a caso emergono appartenenze anche a massonerie vicine al mondo militar deviato e non, e comunistoidi, a pigmentazione rosso bruna spennellata per decenni, secondo logiche solo a prima vista complesse e ormai non più insondabili.
Queste forze/strumenti “gestiscono” infiltrazioni proteiformi, una marcia nascosta mirata anche a destabilizzare irreversibilmente il paese, e “godevano” della segretezza: ora ancora godono di una discreta sottovalutazione, “aiutata” con minacce dirette ed indirette.
TU BEPPE marchio cinque stelle non sei esente.
Mafia Capitale e le recenti nuove proliferazioni tentacolari sono aldilà di ogni nascondimento una conferma che quello che è stato oggetto di anticipata analisi sulla mia pelle, CON PROVE DIRETTE e profonda conoscenza sinanche dell’humus magistratuale deviato, era ed è VERO.
Su un piano più del mondo di sopra le diverse tracce di una marcia a “paradigma” totalitario, normativa, parlamentare e amministrativa, lucida strategia nel settore della medicina della legislazione sociale (ed attività correlate che progrediscono), sono state a loro volta oggetto di accurate analisi “serie”,non chiacchiere.

IL PAESE che HA VOTATO IN MASSA NO E PROTETTO ED ABBRACCIATO LA COSTITUZIONE, MERITA UNA RISPOSTA ADEGUATA, E MERITA DI SAPERE ED AVERE UNA ALTERNATIVA; PRIMA CHE ANCHE I M5S, come da metodi e prassi storicamente certe, nella loro componente sana siano ANNICHILITI.
Vi è una sola strada democratica e Costituzionale. Mettere in primo piano tutto questo e fare di questo una attività di grandediscovery condivisa con tutto il paese, per consentire ai cittadini di scegliere di uscire fuori da una progressiva caduta nel buio, scandita da visibili passaggi politici, resi vuoti ed insignificanti come i meri confronti ideologici ed empirico politici, da una marcia ex coperta ed ora evidente, che costituisce il filo svelato dal
concreto che lega molti accadimenti.

Indico, e non alludo, che la sola mera campagna per la ONESTA’ e contro la universal corruzione e concussione, con le BUONE GESTIONI dal concreto e dal basso, non ha chance per sì, da sola, come non la ha l’illusione della rivoluzione legale per via parlamentare “reticente”, se non si interviene direttamente sui piani concreti toccati dal progetto di gestione sotterranea che marcia ancora non disturbato.
E alcune esercitazioni di retorica parlamentar antimondialista lasciano il tempo che trovano.
E non spiegare poi profondamente le cause dei processi di degrado, corruzione e concussione, è poi un “peccato capitale”. Ci si astiene perché toccar i gironi al lavoro è assai inquietante e pernicioso.
Serve a tutto il paese un salto di qualità, informazione e consapevolezza, serio e fondate su dati e prove, obiettivo, ed un progetto politico democratico a tutto tondo senza vergognose e sospette reticenze.
Che gli operatori “minori” di una ideologia sovranista per argomentazione legal formale tacciano programmaticamente, e nascondano, poi gestendo congresso con MAFIA CAPITALE rappresentatam è, direi, cosa normale, come la circostanza che qualcuno non si avveda degli scenari e del bacKground relativi ( non esenti da appellativi esoterici, poco in voga nella facciata politica
condivisa).

Che la consegna di regime e regime “eversivo”, di tacere nascondere e non parlare la tengano anche IL M5S e BEPPE GRILLO è grave. E tu la puoi rompere, se volessi , anche solo per salvarti l’anima.
Aver sacrificato la propria vita, accerchiato per più di un lustro, scegliendo o la via della TRASPARENZA INTELLIGENZA E LUCIDITA’ POLITICA nel paese della sperimentale eversione non convenzionale più avanzata, sta dando pian piano i suoi frutti tra i cittadini, ma occorrono una sferzata ed una amplificazione seria e adeguata. .
L’ITALIA delle strategie eversive non convenzionali, quella “di color che fanno mille cose che non so e che controllano da lontano da mille miglia”.
LO hai detto tu, Grillo, il 5 dicembre con l’ennesima ellittica allusione, inutile per la crescita della consapevolezza seria di grandi masse e non foriera di quelle svolte ormai irrinviabili.
lL CASO FERRARO, che cito ora, tanto emblematico e dimostrato da esser
ormai inutilmente taciuto, è invece il caso di vari magistrati colpiti terrorizzati, manipolati o ridotti al silenzio in vari modi, e nel silenzio programmatico. E tu Grillo COLLABORI ad un silenzio che significa invece voler IGNORARE questa scalata ed infiltrazione nei gangli dello STATO.
Non farne un terreno di denuncia politico istituzionale CONCRETO e di riflessione storico politica e di proposte e revisione delle priorità politiche, è ancor più grave. E svelerà più di mille polemiche astruse..
So quanto si copra e come si agisca, e nutro ancora una flebile speranza che tu Grillo capisca che il “suo” M5S viene condotto passo dopo passo per mano alla auto distruzione o alla distruzione di quello che è stato costruito nella buona fede di masse di cittadini, in parte ignari. Ed il ridicolo presagio viene proprie da quelle aree gladiator infiltrantesi sotto varie entità e mentite spoglie. “Giocano a far gli indovini e mestano con quel che sotto tramano e realizzano, avvantaggiati da metodologie strumenti e forze non direttamente soverchiabili, un valore aggiunto alle strategie tradizionali e da sponsor e alleati internazionali.
Noi non staremo fermi a guardare come Cassandra … pur provvisoriamente esiliati dal dibattito che appare sulla stampa e sulla televisione  generalista.
Una analisi e raccolta di prove ormai quasi complete disegna il quadro gestito proprio dalle forze che Grillo,  senza far capire cosa, come, e dove, indica in modo ancora fumoso, perché ridotto il messaggio al linguaggio del volgo e “populista”.
Così, senza i concreti contenuti che la gente ormai VUOLE SAPERE, non si fa crescere la coscienza e conoscenza collettiva: si usa fraseologia da consenso elettorale politico che verrà smontato da altri in ben altro modo, e si è visto. Pochi interventi programmati e colpi ben assestati bastano alle regie investite.
LA VIA DEMOCRATICA non consente mezze verità, non consente più avvicinamenti lenti per simbologie ed allusioni.
Qualora sussistessero, e vi è a riguardo un dubbio poco consistente, illusioni di “tacito rispetto”  con realtà che a loro volta illudono, anche nella loro sotterranea connotazione moralista, politico militar legale, o connotazione internazionale “mille miglia lontana2, vanno poi abbandonate.
Dar spazio a chi ne sa più e meglio e ha il metodo per parlare alla gente anche dell’indicibile e che sa sinanche quanto si lavori da parte di intelligence militari e massonico deviate e non, intorno ai tre o quattro ragazzi di spicco che rischiano di esser travolti con te Grillo, dalla loro ingenuità o superficiale arroganza o da sottovalutazione infantile o infine, peggio, da quella tua stessa
ultima e imperdonabile illusione, non detta.
Chi ora ti parla da lontano è stato a suo tempo “amorevolmente” accerchiato da aree complottistoidi e aree politiche sostanzialmente di quella destra addetta a depistare e coprire, ed ovviamente ad attacco da aree di quella finta sinistra che lavora per uno Stige, che è in realtà il fiume che voleva o vorrebbe scindere le coscienze e le conoscenze dalla marcia a “paradigma totalitario”, almeno ostacolata, ora.
Chi aveva il compito di isolare in una cerchia ristretta e calibrata in attesa della distruzione finale, ha ormai fallito in parte l’obiettivo,
TU Grillo stai dalla parte loro o dalla parte di chi avendo capito apre e porte e rinnova, leale?!

Nel frattempo le istituzioni fedeli alla legalità ed allo Stato Costituzionale non stanno ferme, e sanno ormai bene cosa, come, chi e perchè è stato fatto. Aggiornati Beppe, ormai è sera, non sono più le sètte.

BUON  ANNO A TUTTI.


Pubblicato in CDD Comitato Difendiamo la Democrazia | Contrassegnato | Lascia un commento

SABRINA LA MONARCH “IRINA”. LA TRAPPOLA INCONSAPEVOLE

SABRINA LA MONARCH “IRINA”.
LA TRAPPOLA INCONSAPEVOLE
COSTRUITA PER INCASTRARE E DISTRUGGERE IL MAGISTRATO PAOLO FERRARO.

[versione youtube con schede ed annotazioni di rinvio ad altri video contenenti prove audio video audio https://youtu.be/9pD13EyT1jA ]


Dopo sei anni di ricostruzioni analisi e dati un ulteriore approfondimento sulle prove audio a disposizione ha prodotto risultati a dir poco sconvolgenti partendo dal solo audio 002. (!).
ABBIATE la cortesia e pazienza di arrivare sino in fondo al breve video e di soffermarvi a riflettere sino in fondo.
Un cemento militar operativo, munito di tecniche strumentazioni e tecnologie, oltrechè di sapere esoterico congiunto, ha gestito senza più nessuna ombra di dubbio la trappola che serviva , richiesta dalla componente deviata della magistratura di Roma e la collegata Silvia Canali, che ha ordito trame molto più profonde di quanto potessi immaginare e ricostruire, a tentare di incastrare e distruggere il magistrato di Cassazione Paolo Ferraro.
Alla Sabrina con strumentazioni e metodologie tipiche di questa struttura segreta veniva attribuita la personalità di Irina , che doveva anche accettare di porre in essere attività pedofile ed efebofile “finalizzate” ad esser filmate e vi è traccia anche di questo.
 
“Lo devi fare” ed il nome della Monarch attivata IRINA, insufflato, costituiscono la grande novità emersa.
La Sabrina trattata era in missione .. inconsapevole: ” lo devi fare”.
Ora sappiamo anche finalmente il perchè disse a me nel febbraio 2009 “ho detto chi tu sei davvero”. Una frase incompresibile perchè il procedimento aperto su mia denuncia vedeva lei ed il figlio e anche me, per la violazione di domicilio aggravata, parti offese. Ed anche le domande sudi me hanno una spiegazione.
UN sottile dolore che non posso nascondere, coglie la consapevolezza TOTALE di quello che è stato ordito e portato allo scoperto. Una trama inimmaginabile nel più profondo substrato tutta riferita alla cordata Stefano Pesci, Giuseppe Cascini, Silvia Canali e Giovanni Ferrara. IL resto a seguire quando con incredibile intuito avendo registrato capii ed analizzando cominciai a ricostruire.
Ma dal caso Paolo Ferraro siamo risaliti già da tempo ad un impianto nascosto sostanzialmente di destra, come insieme di saperi culture valori e radici, ma di regime al contempo, come la storia insegna.
Un substrato eversivo della legalità democratico repubblicana, aldilà delle irrilevanti coperture ideologico cromatiche e del singolo CASO che riguarda però un not magistrato di Cassazione cui la stessa Silvia Canali era stata messa sotto, per un immondo fine.
Questo cemento operativamente è in grado, tra l’altro (si tratta di un frammento), di trattare, manipolare ed infiltrare tra l’altro, più in particolare, persone di genere femminile, più idonee, come da PROVE PUBBLICHE DIRETTE che non risalgono più solo alle registrazioni del 2008.
Come avvenga la selezione, il progressivo trattamento è noto. Ora è noto anche che si tratta non di mere sperimentazioni di “psico setta militare a “copertura cromatica” rossa, ma di attività gestite in specie da servizi militari, con una idea strategico politica e di gestione sociale chiara.
Ben altro che la gestione cinematografico artistica e musicale o la astratta antropologica raffigurazione di “elite” pervertite, irraggiungibili.
 
Mentre prosegue incessante il lavoro del CDD di analisi politica e storica qualcuno INTERVENGA per porre rimedio alla più criminale ingiustizia mai ordita in danno di un vero magistrato.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Pubblicato in CDD Comitato Difendiamo la Democrazia | Lascia un commento

Caronte può attendere. Una Vittoria Contenta, di Pirro. USO INVERTITO DEL PROCESSO CIVILE 2.3 DAL TRITTICO ALLA MANIPOLATA QUADRATURA DEL CERCHIO. Paolo Ferraro

Una Vittoria Contenta, di Pirro.

USO INVERTITO DEL PROCESSO CIVILE

“Caronte può attendere

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§



“Caronte non è riuscito a traghettare motivazione e contenuti falsi e manipolati aldilà dello Stige” .. Caron dimonio, con occhi di bragia, loro accennando, tutte le raccoglie batte col remo qualunque s’adagia ….. (Dedicato a color che blaterando “esotericamente” “esorcizzano” e non vedono semplici “realta’” umane concrete e banali … che deviano e snaturano Stato ed istituzioni)

149 UNA INTERA STRATEGIA EVERSIVA ALLO SCOPERTO dal CASO PAOLO FERRARO e DALLA GRANDEDISCOVERY

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


“LA PISTA SOCIO FAMILIARE E I

PROTOCOLLI DEVIATI NUDI.

SENTENZA DEL SETTEMBRE 2016

svelata ed impugnata.

Caronte e la cordata deviata che ha utilizzato tutti i possibili strumenti, metodologie ed attività per tentare di distruggere il magistrato Paolo Ferraro possono aspettare.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

La motivazione della sentenza “sottoscritta”, che oggi esponiamo al pubblico vaglio critico e comunichiamo a tutta la magistratura italiana, costituisce un eccezionale documento, ulteriore fonte di disvelamento. La precedente comunicazione informativa ed analisi “TRITTICO” (qui in coda anche su slide) aveva assolto già egregiamente alla medesima funzione.

DAL TRITTICO ALLA ARTIFICIALE MANIPOLATA QUADRATURA DEL CERCHIO.

LA lettura della motivazione della sentenza di primo grado “sottoscritta” (slide in coda) lascia sbigottiti per il palese argomentare apodittico, e per passaggi “etichette” ed astio che accompagnano mere “prese di posizione” inconferenti ed un plumbeo silenzio-negazione, come vedrete sinanche su una realtà socio familiare (fatto inaudito e di gravità tale da non avere precedenti): il tutto ad un livello tale da far dubitare seriamente della stessa sua intima giurisdizionalità. Chi sa bene di diritto, merito e giurisprudenza romana potrà “apprezzare” stili, passaggi e sfumature, sbalordito.

Impliciti, talvolta sgarbati e autoreferenziali spunti, mostrano dileggio indispettito, acrimonia smaccata e accompagnano nel corpo motivazionale la non trattazione di prove e dati in ATTI, con la tecnica protocollare del SILENZIO.

Male, scientemente fatto ad un padre e figlie sue, manipolazione, statuizioni assurdamente incongrue e disposizioni economiche incomprensibili, costituiscono qui solo un mero spunto di riflessione (tante storie individuali addolorano il nostro paese nel delicato settore della famiglia e minori, segnato da metodiche “protocollari” e dalla superfetazione di interessi economici ed altri, ben peggiori).

Parole emerse dal vaso di Pandora ed allusioni mirate, passaggi e “metodi” nel processo utilizzati consentono piuttosto di misurare oggettivamente lo “stato” di una porzione minoritaria e “componente”, strettamente collegata ed intrecciata, e fatta oggetto, per la parte più pericolosa, della grandediscovery nel suo complesso.

Si verte ora di un divorzio cadenzato, collegato e gestito in parallelo al tentativo di distruzione integrale di un magistrato speciale o specialmente perseguitato per aver scoperto troppo ed essere rimasto fedele alla Costituzione ed insensibile alle minacce in basso promanate, non piegandosi. Emerge, condivisa, sui piani di azione protocollari, la creazione manipolata di un profilo artificiale e di una realtà integralmente artefatta con un investimento “operativo”esterno, volto a tentare di conformare il reale al simulato, fallito, ed oggi portato anch’esso allo scoperto con ulteriori prove.

Ma si è tentato anche, come vedrete, di fare un triplo salto mortale indietro, “senza rete”, proprio mentre, e forse perchè, attività operative esterne avevano non solo fallito ma erano state integralmente accertate [grandediscovery3 in fase di progressiva pubblicazione con ennesime prove dirette audio e video audio sconvolgenti]. .

Permanente manipolazione invertita della realtà perseverata dal drappello di controparte e convitati di pietra, negazione invertita del palese e costante ribaltamento sinanche del pacifico in fatto e diritto, appaiono quindi di macroscopiche dimensioni, e spiegate dalla grandediscovery: in soldoni la prova a conferma, sia pur su un piano civile formalmente separato ma convergente, di chi operi e come, e di precise matrici, condivise.

“Caronte non è riuscito a traghettare motivazione e contenuti aldilà dello Stige”, perchè atto di appello è stato depositato, così come un appello in Consiglio di Stato era intervenuto, pendente ancora nel merito, sullintera GRANDEDISCOVERY ed il CASO PAOLO FERRARO.

Far capire e svelare è nostro compito nel CASO che è di palese rilievo pubblico, affinchè la coscienza consapevole, prima di tutto nelle istituzioni, abbia il suo risveglio definitivo: tutto risulterà se fosse possibile ancor più chiaro, ai tanti color che son “di buona fede” giuristi e non.

Paolo Ferraro
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

NOTA BENE GLI ALLEGATI CITATI, SALVO DOCUMENTI CHE POSSONO VIOLARE LA PRIVACY, SONO NELLA BANCA DATI DI CUI AL LINK

https://drive.google.com/drive/u/8/folders/0Bx41O7rx8oEwMW1GS0JaNjE5UzA

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Per: Il dott. Paolo FERRARO,

– Appellante

Contro: Avv. Silvia CANALI, difesa in unione e disgiuntamente dall’avv. Enrica Graverini e dall’avv. Fiorella D’Arpino

– Appellata

Per la integrale riforma della sentenza n……../2016 emessa dal Tribunale Ordinario di Roma – Prima Sezione Civile in composizione collegiale in data 15/04/2016 e pubblicata il 13/09/2016 nel procedimento iscritto al n……./2011 promosso da Ferraro Paolo contro Canali Silvia con l’intervento del PM in sede avente per oggetto lo scioglimento del matrimonio, notificata in data 03/11/2016.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

IL RIASSUNTO DELL’ANDAMENTO DEL PROCESSO DI PRIMO GRADO

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Motivi di appello

I LA MOTIVAZIONE IMPUGNATA APPARE ERRONEA IN FATTO E TALE DA DISTORCERE E TRAVISARE FATTI, ANTECEDENTI E DATI IN ATTI.
Documenti vari in cartaceo
SEI DVD CONFORMI DVD DEPOSITATO, PER VISUALIZZAZIONE ASCOLTO E VAGLIO DIRETTO PROVE COLLEGIO E CONTROPARTE.

149 UNA INTERA STRATEGIA EVERSIVA ALLO SCOPERTO dal CASO PAOLO FERRARO e DALLA GRANDEDISCOVERY









Pubblicato in CDD Comitato Difendiamo la Democrazia | Lascia un commento

149 UNA INTERA STRATEGIA EVERSIVA POSTA ALLO SCOPERTO dal CASO PAOLO FERRARO e DALLA GRANDEDISCOVERY

149 UNA INTERA  STRATEGIA EVERSIVA POSTA ALLO SCOPERTO  dal CASO PAOLO FERRARO e DALLA GRANDEDISCOVERY

 

[versione youtube consigliata con schede ed annotazioni in https://youtu.be/kvIXpSa-0gA]


Il golpe scientifico e strisciante venne ricostruito da Paolo Ferraro a partire dal 2011 e da frammenti la cui valenza GENERALE è oggi di fronte agli occhi di tutti.
 
Grillo ha in qualche modo capito, ma la consegna di non  parlare di una scalata sotterranea nelle istituzioni, nella politica e nell’alveo della pubblica amministrazione,  consente ancora che a livello ufficiale molti parlino SOLO della mera escrescenza politico giudiziaria cronachistica   di fatti  che avrebbero ed hanno una spiegazione ben più lucida e profonda.
Ciò che accadeva nella Cecchignola, ciò che accadeva ed accade nelle caserme  italiane ed è accaduto intorno e sotto l’omicidio Melania Rea,  ciò che è stato fatto gestendo “il caso Marrazzo”, la scalata criminale della e nella magistratura, i coinvolgimenti e ruolo di una precisa delimitata area eversivo giudiziaria intrecciata al mondo militare, le vicende tutte ruotanti intorno all’evento MAFIA CAPITALE ed al coinvolgimento di servizi ed altro, la gestione secondo il modulo Marylin di infiltrazioni che ormai sappiamo ben più estese del prevedibile di  persone manipolate  con metodologie ormai portate allo scoperto con prove DIRETTE e chiare,  la vicenda RAGGI prima che MARRA e  FRONGIA e ROMEO, ancora poco trasparente nelle righe di quello che Grillo ha finalmente almeno fatto intendere, lasciano sottoposto al tentativo di  isolamento  politico chi ha visto prima ed oltre sin dal 2011, spiegato e  provato con metodi e strumenti investigativi concreti e con PROVE verificabili e direttamente vagliabili. 
Nella fiera della idiozia collettiva gestita si vorrebbe ancora nascosta la spiegazione storica  e globale del lungo tragitto di una strategia eversiva sostanzialmente costruita utilizzando  destra e servizi militari e metodologie avanzate. 
Ma questa  gestita trasversale realizzazione di uno pseudo fronte unico sotterraneo rosso bruno, e di un cemento su cui assisi si siedono apparente destra e apparente sinistra, è ormai compresa da molti e la consapevolezza si va estendendo.
Noi che abbiamo adempiuto sulla nostra pelle il nostro dovere,  npn attendiamo più niente altro che  la gente capisca e sappia scegliere. 
L’inganno è finito, la consapevolezza cresce: ora si devono scegliere le persone cha hanno veramente a cuore istituzioni democrazia, Costituzione.
Forse il nostro sacrificio va servendo a qualcosa. Non prestate ascolto ai falsi profeti, alle micro cordate banali ed ideologiche solo, ora avete tutti gli elementi per capire sinanche chi ancora si affanna a disinformare e manipolare, sminuire e distrarre: hanno perso.   
Paolo Ferraro
CDD
Grandediscovery
Pubblicato in CDD Comitato Difendiamo la Democrazia | Lascia un commento

NELLA RETE GIUSTA. Silvia Canali, Stefano Pesci e la componente deviata esoterico romana. LA ORGANIZZAZIONE DEL SEQUESTRO DI PERSONA DEL 23 maggio 2009 ED UNA RICOSTRUZIONE OMNIA.

SE vuoi leggere, senza ascoltare e vedere prima, blocca il video CHE parte in automatico … 

NELLA RETE GIUSTA. 

Silvia Canali, Stefano Pesci e la cordata deviata esoterica romana. 

LA ORGANIZZAZIONE DEL SEQUESTRO DI PERSONA DEL 23 maggio 2009 ED UNA RICOSTRUZIONE OMNIA DEL CASO PAOLO FERRARO NELLA PIU’ GENERALE  GRANDEDISCOVERY.

ULTIME CONVERGENTI PROVE DIRETTE ECCEZIONALI.

Il 25 marzo del 2016 viene lasciata sulla segreteria telefonica del mio cellulare la dichiarazione-telefonata illuminante, e chiara che ascoltate in sottofondo: Silvia Canali appartiene/era in contatto con  quei mondi direttamente e  “ti è stata messa sotto” (n.d.r. nel 1995 ottobre).  Uu breve racconto relativo a persone a me note perchè note le attività “professional  giuridiche” della Canali sulla fine degli anni novanta e primi anni duemila, che, riscontrato da me, conferma ciò che è stato lasciato detto sulla mia segreteria telefonica. La telefonata fa pendant con la comunicazione della fine di agosto 2013  circa appartenenza/contatti  con mondi deviati ed esoterico militari  del PM Stefano Pesci già dalla metà degli anni ottanta.

Sei anni e mezzo fa il 23 maggio 2009 veniva sequestrato per il tempo necessario a portarlo in una struttura coattivamente, senza titolo, con un blitz criminale ancora impunito, il magistrato di Cassazione Paolo Ferraro, reo di aver capito troppo. 

Silvia Canali nell’ottobre 1995 fu mandata “sotto” al PM Paolo Ferraro, partecipava degli stessi mondi,  riferibili a Stefano Pesci sin dal 1985 (esoterico militari),  e organizzò e cogestì il sequestro di persona,  già IMPOSTO telefonicamente da Stefano Pesci nel febbraio 2009, casualmente scoperto  ed ascoltato mentre “operava” pressando l’ìnterlocutore ( “va bloccato, TSO o lo fate voi o lo facciamo noi”), ed  al volo eseguito poi un mero sequestro di persona in radice illegale perchè non arrivassi a denunciare tutto a Perugia, sotto la spinta determinante dello psichiatria di apparato deviato LUIGI CANCRINI. 

Silvia Canali,   divenuta moglie dell’ignaro Paolo Ferraro, era stata colta nel 2006 in una stravagante e sospettissima relazione con un rumeno aspirante amatoriale porno attore (anche), simpatizzante di Rifondazione Comunista, accompagnato alla futura moglie, che lavorava in un night accanto al Parlamento. Veniva dalla stessa città che ha dato i natali al tenente colonnello Andrea Raffaelli già inquadrato nei R.O.S. al 2011 e poi con “incarichi” internazionali nello stato maggiore dell’Arma dei Carabinieri,  da quell’epoca ed attuale convivente della avv. Silvia  Canali, in  abitazione di proprietà non sua e senza autorizzazione.  IL tutto nel 2006 con la copertura e compartecipazione attiva dell’AVV. Enrica Graverini, non solo testimoniata dallo scrivente ma video testimoniata da un accertamento investigativo e video accertamento già prodotto a più autorità giudiziarie. Non immettiamo qui la ennesima prova video della strutturata attività di destabilizzazione psico affettiva, per tutela della privacy del ragazzone rumeno .. e non lo faremo, se non saremo “costretti”, pur già autorizzati per iscritto a poterne far uso , a scopi “difensivi” latu sensu e sin dal 2007. 

 

§§§§§§§§§§§§§
Estratto dal MEMORIALE 7 marzo 2011. 
PARTE SECONDA: IL SEQUESTRO DI PERSONA ED IL RUOLO COMPRIMARIO DI SILVIA CANALI 
 

Paolo Ferraro avendo registrato con mezzo improvvisato ma  con grande intuito investigativo, ed analizzato poi dettagliatamente quel che emergeva in  quel di Cecchignola nel novembre 2008 e che si muoveva intorno a lui, stava per scoprire TUTTO  e doveva essere distruttivamente fermato. 

E la donna della Cecchignola la Sabrina, era stata presentata e poi “riproposta” nel 2006 novembre e 2007 maggio, a più riprese, reiteratamente  e in modo  già allora per me incomprensibile, dal magistrato Roberto Amorosi, dell’ufficio legislativo del Ministero degli Esteri , nel 2007, medesima cordata Giuseppe Cascini e Stefano Pesci 

[http://www.paoloferrarocdd.eu/la-finale-ricostruzione.completa/].

 

CECCHIGNOLA LA PSICOSETTA A BASAMENTO MILITAR ESOTERICO E COPERTURA SATANISTA. MEMORIALE PARTE PRIMA CECCHIGNOLA VICENDA A MONTE SABRINA

Ma una intera cordata piccola coperta e deviata di magistrati legati a specifici carri che avevano letteralmente in progressione occupato  la Procura di ROMA per esserci stati immessi nel tempo, aveva ex post collaborato o non dissentito sinanche diffamando sotterraneamente .


LA ANALISI CONCLUSIVA

IL sequestro di persona del 23 maggio 2009  organizzato da LUIGI CANCRINI, (psichiatra massone del Partito dei Comunisti Italiani, abruzzese psicoterapeuta e ipnoterapeuta, coinvolto come “responsabile” scientifico tra le altre nelle sperimentazioni sui tossicodipendenti della SAMAN di Latina e in tanto altro) vide il diretto e “trattato” coinvolgimento di parenti “deviati” e manipolati Marco Ferraro, Simonetta Ferraro e  un figlio  solo legale Fabrizio Ferraro). VEDI STRALCIO DAL MEMORIALE IL SEQUESTRO DI PAOLO FERRARO E IL “DIARIO DI GINO FERRARO” 

Sarebbe poi emersa nel prosieguo una intera cordata di psichiatri a loro volta  incastrati con i loro stessi racconti su attività che svelano uno spaccato di potere , strutturato per il controllo della magistratura e della politica, 

oltrechè con analisi e prove dettagliate sulla “Operazione Paolo Ferraro” (Si veda oltre il Capitolo quarto dell’atto depositato in Consiglio di Stato).

Cantelmi e lo strappo dei TEST

VEDI 


UN PROFILO ARTIFICIALE INVENTATO A TAVOLINO

 

UN PROFILO ARTIFICIALMENTE COSTRUITO. Seconda parte. La sgangherata e deliroide geometria manipolativa.

 

PROTOCOLLI PROFILAZIONE E GESTIONE OPERATIVA.

E nel dicembre 2012, dopo che morirono per “infarto naturale da cause da accertare” sia Pietro Saviotti che Alberto Caperna, il magistrato di Cassazione  Paolo Ferraro  veniva dispensato dal servizio in base ad atti, dati, consulenza INTEGRALMENTE FALSIFICATI ed inventati di sana pianta, mediante  una declaratoria ideologicamente falsa (reato)  di “inettitudine” impossibile a credersi, smentita per tabulas, e caratterizzata  dalla compartecipazione di alcuni Aggiunti prestatisi nel giugno 2011 ad una surreale pantomima di corsa, esclusi ovviamente i “poi” “infartuati” Pietro Saviotti e Alberto Caperna. Le audizioni al CSM restano come  prova della volgare orchestrazione non certo condivisa tra tutti, ma anche come un  indizio significativo circa del perchè   Pietro Saviotti e Alberto Caperna avessero capito e stessero dalla parte del vero e di chi scrive.

 http://www.paoloferrarocdd.eu/le-audizioni-al-csm/

 

Il tutto avvenne previa manipolazione invertita dei fatti accertati sempre da Paolo Ferraro in quel della Cecchignola, e fu a tavolino costruito da Giovanni Ferrara, Agnello Rossi e Stefano Pesci, con la solita becera tecnica massonico protocollare della soggettivizzazione di dati e fatti e della loro “psicologizzazione” strumentale. 


Le registrazioni e la scoperta con tutto quel che ne consegue del mondo  militare controllato da servizi di quel della Cecchignola, le ricostruzioni mediante intercettazioni tra presenti dei ruoli e delle responsabilità , le analisi dettagliate e le ricostruzioni, …..

e le coperture eccellenti e la violenza esercitata contro il magistrato che poteva capire tutto, aprirono la Grandediscovery1. 

ed un intero sito paoloferrarocd.eu analiticamente strutturato per capitoli raccoglie ad oggi ed in progressione aggiornato, tutta la mole delle prove dirette e analisi conseguenti e ricostruzioni, dettagliate al massimo possibile e sempre accompagnate da riscontri.

[Entrambi i siti sono scaricabili OFF LINE SU PC in formato zip e scompattati,    cliccando poi nella directory principale creata sul file index.html,  consentono di navigare integralmente sul proprio pc. CLICCA PER OTTENERE I SITI OFF LINE QUI.

Va comunque infine solo menzionato un coinvolto mondo esoterico, che girava invece nella rete e rimbalzava sotterraneamente a Roma tra il quartiere Parioli e relativi luoghi istituzional universitari, Nomentano e Monteverde e Cecchignola, anche con funzione di  depistaggio e copertura degli apparati e gruppi tutti riconducibili alla fin dei conti ad una destra di regime ed  eversiva collegata, ben oltre gli specchi esoterici per allodole, ed infiltratasi abbondantemente in aree partiti e  realtà politico sociali.                 Dopo un abbraccio “peloso” nel 2011, subito intuito, questo cemento nascosto  sarebbe stato letteralmente scoperto incastrato e  denunciato pubblicamente pezzo a pezzo. Esso ha anche contribuito involontariamente a svelare intrecci e rapporti trasversali (unificati sotto un ormai scoperto consociativismo “massonico” e “fra massonico” a copertura “satanista” sinanche) che altrimenti non sarebbe stato possibile individuare e “calibrare”. Il tema viene analizzato e ricostruito in “LA FINALE RICOSTRUZIONE COMPLETA”   ma si vedano :

§§§§§§§§§§§§§

La analisi storica dei fenomeni che si erano schiusi ad una osservazione più profonda veniva portata ad una serie di punti fermi attraverso un dettagliato lavoro che qui è il caso solo di richiamare in nota (1).

Ad oggi alcuni esoteristi massoni della finta/inutile controinformazione, che lavorano anche per & con un preciso substrato  eversivo di ispirazione ideale e matrice resa confusa dalle loro infiltrazioni,  allargata  per vari  decenni acquisendo una apparenza bicromatica double face,  hanno dato in una loro specifica “componente” un mero colpettino  di coda, utilizzando un “fratello”.

Costui si è esibito “occasionalmente” in un tentativo di mezza stroncatura ridicolo, ma che va solo a loro ulteriore danno e ludibrio, visto che hanno utilizzato “chi non cura programmaticamente, e NON ha letto, ed  afferma  l’opposto di quello che in concreto risulta fatto”. 

Il che è la ennesima prova di una attitudine amatoriale o semi professionale alla manipolazione invertita che ha precise radici in casa loro, esoterica  e gnostico deviata. 


Ma erano stati incastrati uscendo allo scoperto definitivamente già dal 2013 e nel gennaio 2014, emergendo lo spaccato trasversale e le colleganze criminali (che di reati si parla intorno e dentro al caso Paolo Ferraro),  mediante la analisi di una sola trasmissione radio.  http://www.paoloferrarocdd.eu/grandediscovery1/escono-allo-scoperto-incastrati/

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Che dire : ora veramente quadra tutto,  e mentre gli attacchi si sono fatti diretti nel maggio 2015 e maggio 2016 (ma abbiamo resistito acquisendo ulteriori PROVE anche su questi, prove che  sono e saranno oggetto della grandediscovery3),  non chiedere collettivamente a voce alta a chi deve un intervento atto a TUTELARE e far rientrare in magistratura il MAGISTRATO Paolo Ferraro costituisce ormai una COLPA grave collettiva.

 


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Nota (1) Solo alcuni documenti …

– * CONFERENZE/INTERVISTE PER CAPIRE LA ANALISI E LE PROPOSTE DEL CDD
DV007 Il progetto da fermare la politica da fare
DV006 3 aprile 2014 POTERI FORTI E FORZE DEI POTERI 1 ALTERNATIVA DEMOCRATICA POSSIBILE
114 Le strategie eversive Paolo Ferraro INTERVISTA
Paolo Ferraro Analisi contro le teorie ingenue, armi di distrAzione di massa, per la vera Altenativa
106 Italia paese di confine Realizzare cosa sta accadendo Paolo Ferraro
65 QUELLO CHE NE’ INGROIA TRAVAGLIO E GRILLO NE’ NESSUN ALTRO DICE INTERVENTO DI PAOLO FERRARO
LEGENDA :UNA INTERVISTA LUNGA E TRE SPEZZONI MEDI CHE RACCHIUDONO BUONA PARTE DEL TUTTO E POSSONO ESSERE UTILIZZATI PER UNA SINTESI …
114 Le strategie eversive Paolo Ferraro INTERVISTA
Paolo Ferraro Analisi contro le teorie ingenue, armi di distrAzione di massa, per la vera Altenativa
106 Italia paese di confine Realizzare cosa sta accadendo Paolo Ferraro
Qui invece ci sono approfondimenti teorici su q TAVISTOCK ed al progetto
 DV007 Il progetto da fermare la politica da fare
DV006 3 aprile 2014 POTERI FORTI E FORZE DEI POTERI : ALTERNATIVA DEMOCRATICA POSSIBILE
– * GLI articoli su TAVISTOCK , controllo sociale e culturale e creazione del metodo e della pseudo ideologia complottistoide
– IL CDD CONTRO LE TEORIE INGENUE CHE MANIPOLANO DEVE AGIRE E ASSICURARE UN PERCORSO POLITICO CONSAPEVOLE PER UNA ALTERNATIVA REALE.

 

– ORA LA SUPERGLADIO E’ ALLO SCOPERTO.
LA SUPERGLADIO e gli apparati deviati che stanno dietro alla regia di numerose attività criminali, e di controllo dell’informazione, hanno puntato per venti anni a cinque essenziali cose

 

Pubblicato in CDD Comitato Difendiamo la Democrazia | Lascia un commento

IL TRITTICO E l’IMPOSSIBILE QUADRATURA DEL CERCHIO. Dedicato ai padri figli e madri.

Dedicato ai padri figli e madri che hanno impattato contro un certo tipo di uso “pressato” della giurisdizione ridotta a strumento per fini altri, estranei alla equilibrata tutela della genitorialita’ e dei minori.
Questa riedizione dell’articolo “TRITTICO”, integralmente aggiornato, completo di slide, concernente l’uso eterodosso del divorzio e la pista per la distruzione economico socio affettiva del magistrato Paolo Ferraro, prepara l’articolo&documento prossimo venturo sulla sentenza di primo grado di recente depositata.
Una “motivazione” “emblematica” “confessoria” ed una sentenza da appellare, che ha reso tutto ancor più chiaro, semmai ce ne fosse bisogno.
Quello che e’ stato fatto al ed intorno al magistrato Paolo Ferraro, travalicando fantasia e tutti i possibili valori e limiti, costituisce un “unicum”.
Pubblicato in CDD Comitato Difendiamo la Democrazia | Lascia un commento

UN NO FORTE E CONSAPEVOLE A DIFESA DELLA COSTITUZIONE PLURALISTA PER RICOSTRUIRE DAL GIORNO DOPO DEMOCRAZIA

“UN NO FORTE E CONSAPEVOLE A DIFESA DELLA COSTITUZIONE PLURALISTA PER RICOSTRUIRE DAL GIORNO DOPO DEMOCRAZIA E LEGALITA’’.

Paolo Ferraro CDD

 

[Versione con schede ed annotazioni consigliata https://youtu.be/G53WPcifDGo]

 
Già In diretta live a ciclo continuo dal 30 novembre sul canale CDD HANGOUT
http://www.youtube.com/c/CDDHANGOUT/live e su tutti i siti e blogs del CDD, diretta assicurata dal canale Salvo5.0 e da vedere sul sito di salvo Mandarà
 
LA TERZA via contro ogni eversione del nostro sistema costituzionale sta nascendo sul NO FORTE E CONSAPEVOLE che arginerà la revisione della forma di governo, che vorrebbe infine alterare definitivamente la matrice pluralista e democratica della COSTITUZIONE più bella del mondo.
L’esito previsto e voluto dopo venticinque anni di aggiramento, destrutturazione nei fatti e di percorsi visibilmente segnati da illegittimità costituzionali, imploderà grazie alla mobilitazione collettiva più importante degli ultimi decenni.
Masse attive per difendere la unica e vera legalità che appartiene ed interessa ai cittadini italiani titolari della COSTITUZIONE “più bella del mondo”.
VENCEREMOS.
———— §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ ———


IL 4 dicembre ANDIAMO A VOTARE SU UNA NUOVA COSTITUZIONE AFFATTO DIVERSA .. con 47 articoli nuovi .. mentre la Costituzione prevede “revisioni” parziali ..
Un Governo proponente si è quindi eretto a COSTITUENTE e questo è la più grave violazione dello stesso spirito costituzionale: UNA COSTITUENTE “POLITICA” PARTITICA e DI MINORANZA che ha posto poi sinanche il sigillo politico di parte, mettendo in correlazione il voto nel referendum con la sopravvivenza politica del Governo stesso (un lapsus ed una gaffe che svelano più di ogni altra considerazione)
Quindi un Governo con una “maggioranza” del 15 per cento di tutti gli elettori o 30 per cento degli elettori , artificialmente gonfiata da un premio ed una legge elettorale già dichiarati incostituzionali, violando i limiti indicati nella sentenza della Corte Costituzionale n.1 del 2004 ed aggirando i limiti intrinseci del principio di continuità dello Stato indicati dalla stessa Corte Costituzionale, ha posto in essere un tentativo di destrutturazione dell’assetto ed equilibrio costituzionale dell’Italia nella forma di governo
Ne risultano radicalmente modificati nella pratica pluralismo, assetto parlamentare, funzione legislativa, e basamento del principio delle autonomie locali, annullando il contrappeso tra organi costituzionali che verrebbero tutti allineati e controllati, mediante le nomine “maggioritarie” assicurate tramite la correlata legge elettorale ITALICUM, illegittima costituzionalmente e nata per la sola camera dei deputati e quindi già prevista come funzionale alla tentata revisione costituzionale, in prospettiva,
Un PERCORSO PARLAMENTARE fatto di salti, “canguri” strozzature e forme di Aventino ( opposizione uscita dall’aula) vorrebbe far nascere una Costituzione della discordia. che già ora ha diviso trasversalmente il paese, in maggioranza contrario.
Di fronte ad una revisione costruita su un colpo di mano e ad un referendum su 47 articoli ed oltre settemila parole nuove introdotte con pessima tecnica legislativa, ed alla violazione dello stesso meccanismo referendario perché impossibile VOTARE su un macro miscuglio inscindibile, anche il referendum è stato ridotto strutturalmente ad un plebiscito.
 
LA COSTITUZIONE NON E’ A DISPOSIZIONE DELLE MAGGIORANZE .. artificiali altresì.
LA COSTITUZIONE ITALIANA, FONDATA SUL PLURALISMO SUL PRINCIPIO COERENTE CON IL PLURALISMO DELLA RAPPRESENTANZA PARLAMENTARE DI TUTTI GLI INTERESSI DEL PAESE, SULLA DIVERSIFICAZIONE DEI CONTRAPPESI E DEGLI ORGANI COSTITUZIONALI E LORO EQUILIBRIO, E SUL PARLAMENTARISMO VERREBBE RIBALTATA O RIDOTTA AL LUMICINO….. E LA FALSA CONTRAPPOSIZIONE TRA UN PRIMA “sotto la vecchia Costituzione “ ed un dopo con la nuova Costituzione è l’irridente GIOCO MANIPOLATIVO DI CHI SI APPRESTA POI A FARE ALTRI PASSI DOPO AVER AGGIRATO LA NATURA RIGIDA E CONSEGUENTE DELLA NOSTRA CARTA FONDAMENTALE, potendo contare secondo ipotesi sul CONTROLLO CONTEMPORANEO DI TUTTI GLI ORGANI COSTITUZIONALI E SU UN GOVERNO STABILE DECISIONISTA “MAGGIORITARIO”.
VOTARE NO in tanti, tantissimi per salvare la Costituzione, il paese e la reale democrazia, è la unica possibile risposta e costituisce il fermo ormai divenuto irrinunciabile a questa deriva partita da molto lontano.

 

PAOLO FERRARO. CDD.

PER CHE VOTARE E PERCHE’ VOTARE NO.

PAOLO FERRARO. CDD.

VOTARE E VOTARE NO affinchè non si instauri un regime autocratico che resa debole la Costituzione attraverso il dominio instaurato sugli organi costituzionali, con il supporto efficace della legge elettorale ITALICUM incostituzionale a sua volta, cambierà poi definitivamente l’assetto democratico e pluralista del nostro paese.

VOTARE E VOTARE NO per arginare sul Piave la distruzione della nostra Costituzione, ultima tappa di un percorso eversivo durato 25 anni, che la ha accerchiata con trame eversive, per isolare poi e mettere all’angolo le altre forze eversive che lavorano sotterraneamente.

VOTARE E VOTARE NO per ricostruire democrazia ed una svolta e progetto economico sociale che dia una speranza all’Italia ed ai nostri figli.

Paolo Ferraro “Due o tre sono i nemici della TERZA VIA tra mondialismo e nazionalismo subalterno o nazi-komm. Il primo che abbiamo di fronte tutti verrà sconfitto per la prima volta con il NO, il primo e il secondo che opera sotterraneamente e con metodologie “indifferenti” a qualunque forma di potere e governo e militari e di infiltrazione sotterranea titolare di una strategia nazional militarista e neo NAZI-KOMM, unitamente al terzo, la componente parcellizzata delle vecchie micro casticelle politiche e che impersonifica un sovranismo nazional perdente e nazional subalterno, verranno sconfitti A PARTIRE DAL NO alla distruzione della Costituzione.

Occorrerà dopo il no UNA UNICA E GRANDE STRATEGIA DI INDIPENDENZA VERA NAZIONALE E DI RICOSTRUZIONE DI UN NUOVO SISTEMA ECONOMICO SOCIALE, prendendo atto della crisi strutturale, della crisi capitalistica nell’ancient occidente e del ruolo cui è destinata l’Italia. SOLO UNA LUCIDA POLITICA E SOLO UN NO FORTE CONSAPEVOLE E STORICO POTRA’ VINCERE NEL LUNGO PERIODO.

Gli inutili idioti del “che voto a fare”, le inutili cassandre del tanto peggio tanto meglio, gli scherani pagati della disinformazione anche nella versione complottistoide e nichilista, vanno “schiacciati” con la logica, la consapevolezza e con la denuncia del loro trolleggiare per conto o “nell’interesse di terzi” .

Continuare a LOTTARE PER UNA VERA ALTERNATIVA e passare alla vera democratica e legale guerra alle casematte del potere deviato (secondo) saltando più pari il nazionalismo imberbe e piccolo borghese massonico “neogiuridico” (terzo), sarà la vittoria storica di quel NO FORTE E CONSAPEVOLE che avrà cominciato a vincere già nel REFERENDUM: una lunga marcia si vede dal passo dalla forza e dalla determinazione. Essa va crescendo ora dopo ora giorno dopo giorno. Paolo Ferraro

,

 

 

 

#iodifendoilno
#iovotono
#rompereilsilenziosumagistraturadeviata
#rompereilsilenziosupsichiatriadeviata
#rompereilsilenziosugolpestrisciante
Paolo Ferraro
CDD
Grandediscovery
Pubblicato in CDD Comitato Difendiamo la Democrazia | Contrassegnato | Lascia un commento